Progetto Perù

Ospedale Gioia e Speranza

Nel maggio 2011 ha inizio la Missione in Perù, presso l'Ospedale Pediatrico di Lima, promossa dal presidente P. Calogero Favata TOR e sostenuta da una qualificata equipe di medici napoletani (pediatri, anestesisti, neonatologi e chirurghi di pediatria oncologica) che gratuitamente hanno curato alcuni dei numerosi bambini bisognosi di cure. I bambini, che durante questa missione sono stati curati e salvati dai medici napoletani, molto probabilmente non avrebbero mai ricevuto in tempo le cure di cui avevano bisogno.

Al termine della missione, avendo compreso il funzionamento del sistema sanitario che garantisce cure e assistenza solamente a coloro che hanno i mezzi economici per provvedere alle medicine e quanto occorre per essere curati, è nata spontanea l'idea di creare in Perù una struttura ospedaliera con attrezzature medico-sanitarie idonee per consentire anche ai più poveri di essere curati ed assistiti ed ai medici provenienti da Napoli e dall'Italia di poter operare.

Ci si è chiesti ... dove?

La risposta è venuta da sé: nella città di Huamachuco, nella regione La Libertad. E' qui infatti che da più di 50 anni i frati francescani del Terzo Ordine Regolare, aiutano la popolazione locale costruendo chiese, scuole, case e perfino il cimitero, offrendo sostegno agli adulti ed istruzione ai bambini. 

Ed è proprio nell'edificio costruito da P. Jaime Garì TOR che si è pensato di realizzare il progetto dell'Associazione "Gioia e Speranza". 

La concessione in comodato d'uso dell'edificio è stata sottoscritta dal Vescovo Mons. Sebastian Ramis Torrens TOR, Rettore della Prelatura di Huamachuco e da P. Calogero Favata TOR, nella qualità di Presidente dell'Associazione Gioia e Speranza Onlus.